Come scegliere il nome per il bambino?

Contenuto dell'articolo

Sebbene il nome del bambino possa rappresentare una questione divertente, l’impegno nella scelta può diventare significativo. Come scegliere il nome giusto per il nostro bambino o per la nostra bambina? Tanti genitori hanno la fortuna di partire con le idee chiare e di conoscere già quale sarà il nome perfetto per la loro creatura. Spesso si tratta del nome dei genitori o dei nonni o di una persona particolarmente cara che si vuole ricordare e omaggiare donando al piccolo lo stesso nome. Se, al contrario, non sappiamo districarci tra mille nomi che ci piacciono, esistono alcuni modi per chiarirci le idee e per fare quindi la ‘scelta giusta’. Iniziamo consultando uno strumento che tutti noi abbiamo a disposizione, ovvero un bel calendario.

I nomi dei Santi

I nomi dei santi sono incredibili e abbiamo a disposizione ben 365 varianti, senza contare che in molti giorni vengono celebrati due o più santi. Possiamo scegliere di affidare un nome simbolico, guardando il santo che veniva festeggiato nel giorno del concepimento oppure nel giorno del compleanno. Quante bambine e bambini si sono chiamati Domenica, Domenico, Natalia, Natalino o Pasqua? Moltissimi! Se ci piace l’idea possiamo emulare questa scelta e proporla anche per la nostra creatura. Se invece non amiamo le ricorrenze religiose possiamo consultare un bel libro dei nomi, dove accanto ad essi vengono riportati i relativi significati. Questi libri permettono di scoprire molte cose interessanti. Se, ad esempio, amiamo il nome Elena, possiamo comprendere che il suo significato è ‘fulgore del sole’ e quindi innamorarci ancor più di questo nome. Allo stesso tempo possiamo scoprire che Diana è la dea della caccia e, se siamo ferventi animalisti ciò potrebbe convincerci a scegliere un altro nome! Se amiamo i nomi mitologici possiamo farci un bel giro in biblioteca e sfogliare qualche classico. Tanti sono i nomi splendidi greci e romani, soprattutto relativi ai maschi.

Fiabe, leggende e filastrocche

Se amiamo le tradizioni popolari possiamo attingere alle filastrocche e alle leggende e, perché no alle fiabe. Anche in questi volumi potremmo incontrare nomi inaspettati, magari speciali perché caduti in disuso. Nella scelta del nome è fondamentale che entrambi i genitori siano d’accordo. Se ci sono dei fratelli e delle sorelle può essere carino chiedere loro di pensare ad un nome per il nascituro, così si potranno rendere partecipi dell’evento in modo ancor più intenso e sentito. Se il fratellino o la sorellina vogliono però dare il nome dell’ultimo super eroe manga giapponese cerchiamo di farli ragionare con dolcezza, invitandoli a coltivare il loro buon senso fin da piccoli. Attenzione, inoltre, alla regione geografica di residenza.

Vanno bene i nomi stranieri?

Quante volte capita che un nome splendido venga troncato o addirittura stravolto a causa delle tradizioni popolari, diventando un diminutivo che a noi non piace per niente! Attenzione anche ai nomi stranieri, i quali possono risultare affascinanti ma sono sicuramente più difficili da pronunciare per la maggioranza delle persone (soprattutto se doppi o complicati). Una volta scelto il nome desiderato guardiamo bene la nostra creatura e chiediamoci se lui o lei lo porteranno con orgoglio e felicità. In fin dei conti la responsabilità è dei genitori ma chi deve portare il nome è nostro figlio! Se la risposta è affermativa non lasciamo campo ad ulteriori dubbi e procediamo senza indugio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.