Home » Moda donna » Pigiama: le migliori scelte per un uomo

Pigiama: le migliori scelte per un uomo

Ultimamente è un capo must, sfoggiato in televisione da conduttrici molto seguite, sfoggiato in scatti social da personaggi con milioni di  follower. È il pigiama che ha acquisito una dignità lontana dalle coperte e che sta dominando anche le passerelle. Da qui, la necessità di scegliere con accuratezza un capo che per troppo tempo ha vissuto in una specie di limbo lontano dalle tendenze modaiole. Che ora parlano di un nightwear personalizzabile, in vari tessuti e con piping ricercati.

Per i più freddolosi, meglio optare per un pigiama in cotone interlock meglio noto come caldo cotone. Si può scegliere una casacca a tinta unita da contrapporre a un pantalone a fantasia a condizione che sia elegante e delicata. A chiudere maniche e pantaloni possono esserci dei polsini che non stringono ma che non consentono ai pantaloni di salire durante le ore notturne e lasciare scoperta la gamba che tenderebbe al congelamento.

Il dettaglio chic è rappresentato dalle opzioni legate alla scollatura della casacca che può essere sciallato ma di piccole dimensioni. Per l’uomo che non intende rinunciare all’eleganza neppure a letto, la sorpresa è il pigiama dal taglio classico, con casacca a quattro bottoni, collo chiuso modello camicia e pantalone che scende dritto seguendo le linee del semi palazzo.

Il super classico può essere in seta o filo di Scozia, a tinta unita oppure con profili e bottoni a contrasto. La giacca può essere personalizzata anche con le iniziali di chi deve indossarlo. A modelli intramontabili si possono abbinare anche giacche da camera -corte oppure lunghe – rigorosamente annodate in vita.

Il pigiama si adegua però anche allo street style. Ecco quindi che per gliuomini più sportivi, esistono modelli ispirati a look casual. Ai pantaloni in cotone interlock con polsini alla caviglia si abbinano maglie che ricordano il taglio delle felpe e che possono avere scritte sul petto oppure taschini contornati da colori che ricordano la tonalità dei pantaloni.

I colori infatti sono essere contrastanti ma mai stonati: il glamour non deve mai mancare soprattutto perché pigiami così possono essere indossati come homewear. Ecco perché a un pantalone tinta unita, si può abbinare una maglia fantasia che può riportare piccoli pois oppure disegni di altro genere.

Se invece si intende essere di tendenza, anti – conformisti e si vuole provare a essere al passo con le ultimissime tendenze, bisogna archiviare il pigiama e dire sì a una camicia da notte. Un camicione che lascia scoperte le gambe perché i pantaloni non servono. Se si opta per un camicione bisogna sceglierne uno con lo scollo tondo, con piccoli bottoncini e tessuto a fantasia magari realizzata da artisti. Anche in questo caso i tessuti sono il caldo cotone e la flanella per chi vuole un caldo abbraccio.

È bene ricordare una regola molto, molto semplice: che siano in cotone interlock o in cotone filo di Scozia, i pigiami devono essere pratici da lavare. Per questo il consiglio è scegliere sempre tessuti che si possono mettere in lavatrice e stirare. Tutto però sempre a basse temperature.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *