Come vincere la paura in gravidanza

Contenuto dell'articolo

La gravidanza è un periodo speciale, dove spesso gli ormoni possono giocare brutti scherzi a livello psico emozionale. Soprattutto nei primi mesi, quando il cambiamento in corso è nuovo e si provano sensazioni mai avvertite prima, l’equilibrio può essere minato da una serie di paure. Come fare per superarle e per vivere una gravidanza serena?

La tocofobia, di cosa stiamo parlando

Molte sono le paure che possono nascere in gravidanza. Fra tutte spicca la possibile malformazione del feto e la tocofobia, ovvero la paura di partorire. Se alla prima paura si pone rimedio con le analisi del caso e con una grande dose di speranza, la seconda è leggermente più difficile da vincere. Spesso la tocofobia colpisce anche le donne che non sono incinte e, nei casi più estremi, conduce alcune donne a chiedere la sterilizzazione. Si tratta di un disturbo patologico che può esser curato partecipando a gruppi di sostegno con persone che hanno lo stesso problema. In questi casi gli specialisti informano le gestanti sulla modalità del parto e le rassicurano sugli eventuali problemi che possono presentarsi. In casi molto speciali è utile chiedere aiuto individualmente ad uno specialista, per vincere in modo assoluto la paura e donarsi la gioia di vivere la gravidanza con serenità.

A queste paure conosciute se ne affiancano altre più particolari, le quali interessano la sfera personale della mamma. Possono infatti emergere problemi legati alla percezione del sé, relativi al mutamento fisico e alla possibilità di non essere più le stesse. Anche in questo caso ci si deve affidare a dei gruppi di ascolto e leggere molti testi rassicuranti sull’argomento. Una mamma felice è una mamma bella e la felicità dipende dallo stato emozionale che si sta vivendo. Le persone che ci sono vicine devono essere informate sullo stato, per mettere in moto un meccanismo di comprensione e di aiuto reciproco. Ogni problema va comunicato al partner e alla famiglia, per non incorrere in incomprensioni o in pericolosi stati depressivi.

Come rimediare alla paura

A queste terapie di aiuto possono essere associate delle pratiche semplici da attuare. Quando si percepisce una paura è ideale recarsi a fare una bella passeggiata rinfrescante o praticare dello yoga, una disciplina che scioglie le tensioni e aiuta ad aumentare la consapevolezza del sé. E’ inoltre ideale bere subito un bel bicchiere di acqua a temperatura ambiente o una tisana rilassante, le quali aiutano l’organismo a calmarsi e apportano uno stato di serenità. Inspirare degli aromi positivi e dedicarsi ad una pratica piacevole, quale la lettura di una rivista o la visione del telefilm preferito possono essere dei trucchi abili nell’aiutare a sconfiggere la paura o, perlomeno, ad evitare degli effetti importanti, in attesa che si possa parlare con qualcuno ed esporre le proprie tensioni. Le paure in gravidanza possono essere vinte, contando sulle proprie forze e sull’aiuto delle persone che ci vogliono bene. E’ importante non perdere mai la fiducia in sé stesse e nelle proprie capacità di recupero, in quanto esse sono sicuramente infinite. L’obiettivo da raggiungere è una gravidanza e un post-parto sereni, privi di pensieri e concentrati solamente nel godersi appieno una delle esperienze più speciali del vissuto di ogni donna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.