Post parto: come smaltire il peso acquisito?

Contenuto dell'articolo

Il parto porta con sé un naturale aumento del peso che dovrebbe stabilizzarsi entro alcuni mesi dall’evento. Alcune donne soffrono però di un aumento di peso particolarmente elevato e quindi faticano a smaltire i chili acquisiti in gravidanza. Niente panico, in quanto si tratta di un processo naturale che, con altrettanta naturalezza deve essere affrontato e vissuto. Un NO deciso deve essere detto a pratiche quali il digiuno e la dieta ferrea. Il digiuno, in particolare, porta ad eliminare la riserva idrica, per cui offre un dimagrimento effimero. Al contempo i chili perso digiunando vengono immediatamente ripresi una volta che si ricomincia a mangiare. Il fisico può indebolirsi moltissimo e questo non ci vuole, perché una mamma deve poter contare su tante energie e su una perfetta forma fisica!

La ricetta perfetta per dimagrire

Il modo ideale per smaltire i chili in eccesso risiede nel creare una sinergia tra attività fisica e una dieta equilibrata. l’alimentazione deve essere leggera e nutriente, presentarsi varia ed equilibrata. Via libera  tanta frutta e verdura di stagione, scelte da rivenditori di fiducia e consumate principalmente crude. questi alimenti assicurano tanti sali minerali e vitamine e apportano il giusto grado di idratazione. A questi alimenti devono essere associati i carboidrati, fonte di energia immediata e amici dei capelli, delle unghie e della pelle. Abbandonare i carboidrati è una scelta che non deve essere intrapresa, in quanto porta il fisico a subire danni anche irreparabili. Meglio preferire carboidrati di origine complessa, quali cereali integrali, i quali apportano anche tante fibre utili al benessere gastro intestinale. Importante è, infine, la presenza di proteine vegetali e animali. Una mamma può optare per carni bianche magre come il pollo e il tacchino e per il pesce, nonché ‘pescare le proteine’ dai legumi. Non si deve in ogni caso abbandonare il consumo di grassi buoni. Un cucchiaio di olio di oliva crudo, accompagnato magari da oli speciali come l’olio di canapa e l’olio di lino aiuta a bilanciare il rapporto tra omega 3 e omega 6 e quindi aiuta l’organismo a mantenersi forte. I grassi buoni salvaguardano inoltre la bellezza della pelle e aiutano il funzionamento delle giunture.

Non dimentichiamo l’attività fisica

A questa buona alimentazione deve essere associata la pratica di una costante attività fisica. Se siamo un po’ pigre è ideale scegliere l’attività che più ci da piacere, evitando di sforzarsi in sport che potrebbero affaticare inutilmente il corpo e la mente. La scelta ideale interessa una sinergia tra attività aerobica, magari svolta in acqua, e lo yoga, una pratica che aiuta a rafforzare la muscolatura e a liberare la mente dai pensieri stressanti. L’attività fisica dolce aiuta a tonificare i muscoli e quindi è l’ideale per le mamme che hanno bisogno di rinnovare il corpo. All’attività fisica e ad una buona alimentazione può essere associato l’uso di tisane depuranti e la pratica di bere moltissima acqua. L’acqua drena i liquidi in eccesso e favorisce quindi il dimagrimento di zone critiche quali le cosce, le ginocchia e i glutei. Al contempo l’acqua apporta tanti sali minerali e favorisce il processo digestivo, un tratto indispensabile se si desidera dimagrire in modo positivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.