Home » Benessere donna » Occhi gonfi al mattino? Ecco come puoi risolvere!

Occhi gonfi al mattino? Ecco come puoi risolvere!

Contenuto dell'articolo

Tutte noi abbiamo in comune la critica fase del risveglio: apriamo gli occhi e ce li ritroviamo sistematicamente gonfi. Il fatto di essere tutte sulla stessa barca ovviamente non è di particolare consolazione e comunque le cause possono essere differenti.Gli occhi gonfi possono essere la conseguenza di un pianto, di un’allergia, di un riposo insufficiente o di scarsa qualità, ma possono anche indicare in alcuni casi dei problemi di salute. Nell’approfondimento di oggi vogliamo illustrare alcune cause e soprattutto alcuni rimedi efficaci e naturali per prenderci cura degli occhi gonfi e ottenere uno sguardo più fresco.

Occhi gonfi? Attenzione al make up e alla detersione

Il primo motivo per cui occhi risultano gonfi può essere una conseguenza della dieta, squilibrata e troppo ricca di sodio: il sale genera ritenzione idrica e questa potrebbe essere facilmente correlata alla nostra situazione oculare mattutina, specialmente se abbiamo alle spalle una cena particolarmente pesante o se abbiamo esagerato con gli alcolici.

Un’altra causa degli occhi gonfi può essere legata all’applicazione del trucco: sappiamo quanto sia importante detergere accuratamente la pelle e rimuovere tutte le tracce di make-up prima di andare a dormire ma talvolta quest’operazione viene svolta di fretta o addirittura saltata, con il risultato di ritrovarsi al risveglio la pelle macchiata, impura e rigonfia, specialmente nella delicatissima zona perioculare.

Consideriamo inoltre che prima di uscire di casa molte donne hanno l’abitudine di applicare il make-up, tuttavia se gli occhi sono gonfi, il risultato dei cosmetici sarà meno soddisfacente.

Bisogna allora evitare di utilizzare prodotti aggressivi, non strofinare eccessivamente questa zona e ricorrere all’occorrenza a bastoncini di cotone o dischetti delicati per rimuovere ogni residuo di rimmel, ombretti e matite dalle ciglia e dalle palpebre (compreso l’interno dell’occhio).

Intemperie, stress e poco sonno: alcune cause comuni degli occhi gonfi

Inoltre le palpebre gonfie possono essere conseguenza di una giornata in cui ci siamo esposte eccessivamente al sole o al vento senza aver indossato protezioni e occhiali da sole. I segni si manifestano nel giro di alcune ore: ad esempio il lunedì mattina potremmo osservare le conseguenze della scampagnata domenicale nella natura.

Ovviamente gli occhi gonfi possono essere determinati anche da una notte in cui abbiamo dormito poco e male, una situazione che non è salutare per la pelle – così come per l’umore e la bellezza.

Anche il cuscino può influire sulla qualità del sonno e generare gonfiori, soprattutto se si appoggia il viso su di un guanciale troppo basso. Attenzione quindi alla qualità di cuscini e materassi: a volte spendere un po’ di più consente di riposare decisamente meglio.

Nell’attesa di cambiare guanciale o materasso è possibile aggiungere qualche rialzo in maniera che i liquidi non si accumulino troppo nella zona delle palpebre. Inoltre sappiate che se avete l’abitudine di dormire a pancia in giù ci sono più possibilità di risvegliarsi con gli occhi gonfi, ed anche chi dorme su un fianco potrebbe notare una palpebra più gonfia dell’altra. È possibile tentare di addormentarsi sulla schiena, aiutandosi per le prime volte con un cuscino appoggiato sotto le ginocchia in modo da sostenere la posizione più agevolmente anche per chi non fosse abituata.

Rimedi semplici agli occhi gonfi per uno sguardo più aperto

  1. Un rimedio molto interessante per le occhiaie, le borse e le palpebre gonfie è l’acqua di rose, un importante tonificante e rinfrescante naturale. I dischetti non vanno mai strofinati sugli occhi, bensì appoggiati con una leggera pressione. Possiamo conservare l’acqua di rose in frigorifero perché grazie all’effetto freddo i risultati saranno ancora efficaci.
  2. Anche il gel di aloe può ridurre in maniera evidente il gonfiore ed anche in questo caso si tratta di un espediente conservabile in frigorifero.
  3. In mancanza d’altro è possibile utilizzare un cucchiaio di acciaio inox che per sua natura rimane freddo sulla pelle, donando immediatamente sollievo agli occhi gonfi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *