Home » Essere Mamma » Come portare un neonato in spiaggia

Come portare un neonato in spiaggia

Contenuto dell'articolo

Se per te è la prima estate con il tuo piccolo, sappi che è possibile portarlo al mare senza problemi, osservando due semplici comandamenti: pazienza e organizzazione. Sicuramente le tue vacanze saranno diverse dal solito perché non potrai stare ore ferma sul lettino in relax nè tenere gli auricolari con la tua musica preferita nelle orecchie.

D’altra parte se il tuo pediatra ti ha dato il nulla osta, il tuo neonato può rimanere tranquillamente vicino a te sotto l’ombrellone ma ha bisogno di stare tranquillo e di vedere assecondate le sue esigenze. Bastano poche accortezze per poterti godere il piacere del mare insieme a lui e scoprire la bellezza della spiaggia nelle ore più tranquille come le prime ore del mattino. Ecco quindi alcuni consigli pratici su come portare il tuo neonato in spiaggia, senza stress né per te nè per lui.

La prima regola è che i neonati non devono prendere direttamente il sole e quindi bisogna recarsi al mare molto presto la mattina quando ancora non è particolarmente caldo e i raggi del sole risultano meno aggressivi. L’ideale sarebbe rimanere in spiaggia fino al massimo alle 11, 11:30 e riprendere eventualmente nel pomeriggio tardi, dopo le 17.

La seconda regola riguarda la protezione solare specifica per neonati da applicare circa mezz’ora prima di uscire di casa. La protezione sarà completa aggiungendo un cappellino in maniera da proteggere la testa e gli occhi dall’elevata luminosità.
Prepara una borsa resistente alla sabbia con tutto l’occorrente per i cambi, pannolini, salviette, asciugamani, bevande, spuntini…

Come portare un neonato in spiaggia: protezione, idratazione tra relax e… divertimento!

Ricorda che come te anche lui ha bisogno di bere frequentemente: proponigli biberon e acqua regolarmente.
L’ombrellone sarà la vostra base in cui sistemare tutti i bagagli con un’ombra assicurata per entrambi. L’ideale è scegliere una spiaggia attrezzata in maniera che i bagni siano larghi, puliti, dotati preferibilmente di fasciatoio e doccino, bar e punti d’ombra più freschi in caso di picchi di calore.

Ai neonati non piace rimanere sotto al sole e nemmeno in presenza di vento forte quindi è importante garantirgli le condizioni climatiche ideali.

Se la spiaggia è di semplice accesso è possibile portare il passeggino che potrà essere sfruttato anche per i riposini oppure se ci si recherà al mare solo per poche ore potete anche lasciare il passeggino a casa, evitando un ingombro.

Prendere confidenza con l’acqua e la sabbia: come portare un neonato in spiaggia

Il bambino può tranquillamente rimanere in braccio per rilassanti passeggiate in riva al mare ed è possibile immergere i piedini in acqua. Se è già in grado di stare seduto può essere sistemate su un pareo lasciando che prenda confidenza con l’acqua nel secchiello, manipolando la sabbia ed eventuali giocattoli.

Sotto l’ombrellone può essere collocata anche una piccola piscina gonfiabile da riempire d’acqua in maniera da giocare e divertirsi all’ombra. La pelle del neonato va idratata costantemente e quindi puoi portare con te un paio di bottiglie d’acqua dolce per sciacquare via la sabbia man mano che la salsedine si accumula.

Se ti sposti in macchina, cerca di lasciarla all’ombra o meglio ancora in un parcheggio sotterraneo. In alternativa prima di rientrare nella vettura lascia areare qualche minuto l’abitacolo e appoggia un lenzuolino fresco sul seggiolino in maniera che non risulti troppo caldo per il tuo bebè.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *